DaVinci Salute è diventato Elty! Gli stessi servizi in clinica ed online, in una veste nuova. LEGGI DI PIÙ

Mal di schiena alto: cosa è, quali sono i sintomi e come si cura online

Revisionato da: Elty~March 08, 2024
8 minuti

Mal di schiena alto: cosa è

 Il mal di schiena alto interessa la colonna vertebrale e più nello specifico la parte superiore, ossia quella che va dalla metà della schiena fino alla base del collo. Questa parte del corpo umano viene indicata come zona toracica della schiena e si estende dalla base del collo fino alla parte inferiore delle costole e include anche le vertebre toraciche.

Le vertebre toraciche hanno lo scopo di tutelare organi vitali quali il cuore e i polmoni, per questo motivo sono sviluppate per essere maggiormente stabili a differenza delle vertebre lombari che sono utili per la flessibilità e il movimento.

Solitamente il paziente avverte il dolore alla schiena alta come un fastidio acuto, localizzato nella zona superiore della schiena. Questo tipo di sofferenza può essere percepita in maniera costante o alternante e anche la forza o l’intensità può variare da lieve a molto forte. Non bisogna erroneamente confondere questo tipo di disturbo con quelli che colpiscono il collo o la spalla, in quanto il mal di schiena alto riguarda unicamente la parte superiore della schiena. 

Il mal di schiena alto è meno abituale del mal di schiena lombare che può generare la lombalgia e che comprende la parte inferiore della schiena: solitamente è causato da fattori come l’ansia, lo stress, la sedentarietà o gli sforzi improvvisi. Non bisogna sottovalutare però il mal di schiena alto che può arrecare disagi altrettanto importanti, anche perché la zona del torace non è distante dagli organi vitali e per questo motivo è necessario mantenere l’attenzione elevata quando percepiamo dei dolori continui e pungenti. 

Le fitte alla parte alta della schiena sono generalmente causate da una postura non corretta, da un trauma o da ulteriori patologie e non bisogna confonderli con i dolori che colpiscono le vertebre del collo e che vengono chiamati dolori cervicali. Nella maggioranza delle situazioni il mal di schiena lombare e i dolori cervicali sono più comuni rispetto al mal di schiena alto, in quanto quest’ultimo interessa una regione della schiena che è meno propensa a traumi o movimenti repentini. 

Nelle zone della colonna vertebrale che sono più soggette al mal di schiena, il dolore può essere recepito nella zona toracica della schiena, ossia la parte situata tra le scapole e dietro il petto. Il fastidio avvertito in quella specifica regione del corpo viene indicato come dolore dietro alla schiena all’altezza dei polmoni.

Il dolore che viene avvertito in questa zona potrebbe essere erroneamente confuso con un problema riguardante i polmoni. Data l’estrema vicinanza tra i polmoni e la colonna vertebrale eventuali patologie o fastidi che colpiscono i polmoni potranno generare dolore che sarà avvertito nella regione toracica della schiena.

A causare il dolore dietro la schiena altezza dei polmoni possono essere eventuali problematiche muscolo-scheletriche, cardiache e polmonari, che possono manifestarsi appunto con una sensazione di dolore.

Mal di schiena alto: sintomi più frequenti

Come abbiamo già detto in precedenza, il mal di schiena alto colpisce la zona toracica ossia quella che va dalla metà della schiena fino alla base del collo. Il mal di schiena alto può attanagliare il paziente in maniera costante o discontinua e la percezione del dolore può andare da un lieve fastidio fino ad un dolore acuto e lancinante che in alcune situazioni può essere avvertito come pungente o come una sensazione di bruciore o di oppressione.  

Di seguito vengono elencati i principali sintomi del dolore schiena alta così da facilitare il compito del lettore:

- Dolore localizzato: il fastidio viene avvertito nella parte alta della schiena e viene anche chiamato dolore alla scapola;

- Rigidità: quando si avvertono problematiche a piegarsi o a muoversi generate da una condizione di rigidità o tensione localizzata nella zona toracica;

- Bruciore: quei casi in cui il paziente avverte nella parte alta della schiena una sensazione di bruciore o calore;

- Dolore al tocco: la parte della schiena alta interessata dal fastidio può essere alquanto sensibile e arrecare dolore qualora venga toccata;

- Dolore diffuso: in particolari situazioni il dolore percepito si diffonde in direzione delle spalle, del collo fino ad arrivare alla regione del torace;

- Problemi legati alla respirazione: pur non essendo molto frequente, è un sintomo a cui bisogna prestare particolare attenzione, infatti in alcune situazioni il dolore toracico può essere in collegamento con problematiche respiratorie;

- Spasmi muscolari: contrazioni involontarie che causano dolore e che interessano i muscoli della zona toracica;

- Sensazione di oppressione: si prova una particolare sensazione come se qualcosa stia premendo con insistenza sulla parte alta della schiena.

Prenota la tua prossima Fisioterapia

Cerca la prestazione medica di cui hai bisogno.

Mal di schiena alto: cause

Il mal di schiena alto colpisce la regione toracica ossia la parte centrale della colonna vertebrale. Tale zona non ha la stessa capacità di movimento che possono avere la parte inferiore della schiena o il collo in quanto è stabilizzata dalle costole. Per questo motivo infatti è meno soggetta a traumi o lesioni se paragonata ad altre zone della colonna vertebrale. 

Nei casi in cui però il paziente percepisce dolore prolungato e insopportabile, è lecito consultare subito un medico di base o specializzato. Di seguito un elenco delle principali cause alla base del dolore alla schiena alta:

- Postura scorretta dovuta all’utilizzo prolungato per esempio del computer o della tv, il quale può provocare dolore e tensione nella zona toracica;

- Lesioni o traumi rimediati durante l’attività sportiva o per una caduta possono generare lesioni o contusioni alla zona toracica;

- Sforzo muscolare che può capitare quando si alzano oggetti pesanti in maniera sbagliata o si effettuano movimenti repentini, che causano tensioni ai muscoli o stiramenti;

- Problemi alla colonna vertebrale, ossia quei dolori nella parte alta della schiena originati da spondilosi, osteoporosi e anche ernie del disco;

- Artrite e quindi sensazione di rigidità e di dolore che il paziente percepisce nella regione toracica dovute all’infiammazione delle articolazioni;

- Patologie respiratorie ossia il dolore toracico che colpisce la schiena, specie nei casi in cui il paziente abbia la polmonite o la bronchite.

Mal di schiena alto: cura e rimedi online

Il mal di schiena alto può essere provocato da vari fattori come una postura scorretta, lesioni, eccessivi sforzi, eventuali problematiche alla colonna vertebrale e via dicendo. Per questo motivo è importante come primo passo identificare con precisione la causa del nostro fastidio o dolore così da intervenire nel modo più efficace possibile.

Per prevenire tale condizione è consigliato, durante le varie attività della giornata, mantenere una postura corretta e dormire le ore necessarie. Inoltre, il nuoto, lo yoga e il pilates potenziano la schiena mantenendone la flessibilità. Per gestire al meglio lo stress, che può sfociare in dolori alla schiena, è possibile affidarsi a pratiche utili per rilassare il corpo come la respirazione profonda e la meditazione 

Nei casi in cui la sensazione di dolore derivi da un trauma o da un affaticamento muscolare è indicato prendersi una pausa, non eccessivamente lunga, così da riposarsi dalle attività che si svolgono quotidianamente. In alcuni casi può essere consigliato effettuare esercizi volti a contrastare il dolore e sedute di fisioterapia, necessarie per accrescere la flessibilità, correggere la postura e rendere meno vulnerabili i muscoli della schiena.

Qualora il paziente soffra di una infiammazione alla parte alta della schiena potrà provare sollievo nei giorni immediatamente successivi alla comparsa del dolore adottando degli impacchi freddi, che dopo due giorni è necessario sostituire con impacchi caldi così da rilassare i muscoli. Per contrastare il dolore, il medico potrà suggerire la somministrazione di medicinali antidolorifici quali il paracetamolo o antinfiammatori. 

Esistono poi specifici trattamenti specialistici quali le iniezioni, che vengono in soccorso del paziente nel caso in cui i dolori siano persistenti. Per il benessere della colonna vertebrale e della sua struttura è possibile affidarsi alla chiropratica e all’osteopatia. Senza tralasciare poi una pratica come l’agopuntura, che consente di dare un po' di conforto alla schiena mediante degli aghi sottili che vengono posizionati in determinati punti del corpo.

Grazie alla nostra piattaforma online Elty è possibile poter confrontare l’eventuale disponibilità tra le migliori cliniche della tua zona con noi convenzionate. Inoltre, sfruttando al meglio i vantaggi offerti dalla tecnologia, è possibile prenotare una visita in poco tempo e senza la necessità di doversi spostare da casa o dal proprio posto di lavoro con le conseguenti problematiche in termini di costi e tempo. È sufficiente disporre di un computer o un dispositivo mobile come il telefonino o il tablet per prenotare immediatamente un consulto tramite Elty.

Dottori che lavorano insieme

Vorresti parlare con un medico?

Ottieni un mese di chat illimitata con un medico a te dedicato

Scopri adesso

FAQ mal di schiena alto: le risposte alle domande più frequenti

Come dormire con il mal di schiena alto?

Per riuscire a dormire con il mal di schiena alto è necessario adottare delle contromisure semplici, che hanno come obiettivo principale di alleviare il dolore, diminuire la tensione sulla zona del torace, aumentare la qualità del sonno, mantenere e sostenere la curva naturale della colonna vertebrale. Il paziente dovrà evitare di dormire sulla pancia e di assumere alcol e caffeina. Dormire in posizione supina è di grande aiuto, così come possedere un cuscino e un materasso di alta qualità che risultino idonei ad un buon sonno.

Cosa prendere per il mal di schiena alto?

Per le persone colpite dal mal di schiena alto, il medico può indicare varie soluzioni, a seconda della situazione, per tentare di diminuire il dolore e ripristinare una condizione di benessere. Per contrastare un dolore non eccessivamente forte può prescrivere il paracetamolo, mentre per contrastare le infiammazioni esistono i farmaci anti-infiammatori. Vi sono poi casi per cui è indicato l’utilizzo di rilassanti muscolari o di impacchi caldi e freddi a seconda della circostanza ed anche creme e gel. Infine ci sono tecniche specifiche come la stimolazione elettrica nervosa transcutanea e le terapie come agopuntura, chiropratica e massoterapia.

Quale medicinale usare per il mal di schiena alto?

Per diminuire il dolore e l’infiammazione tipici del mal di schiena alto sono efficaci medicinali come il paracetamolo, l’ibuprofene, e la ciclobenzaprina. Esistono inoltre creme, gel e cerotti che contengono analgesici. In situazioni particolari il medico potrà indicare l’utilizzo di farmaci antidepressivi come l’amitriptilina e anche medicinali anticonvulsivanti tra i quali il Pregabalin o il Gabapentin.

Come capire se il mal di schiena alto è grave?

Il mal di schiena è considerato grave quando associato a sintomi come il dolore che si propaga anche verso le gambe causando debolezza o intorpidimento, oppure quando comporta la perdita di controllo della vescica, febbre alta e dolore persistente che non migliora con il riposo o altri rimedi. Qualora il dolore sia continuo e insopportabile, seppur accada di rado, è consigliabile contattare subito un medico.

Cosa significa quando ti fa male la parte alta della schiena?

Il dolore alla parte alta della schiena può essere generato da diversi fattori: tensione muscolare dovuta a una cattiva postura prolungata, sollevamento o sforzo eccessivo, problemi alle vertebre, ai polmoni oppure ad altri organi della zona toracica.

Prenota la tua prossima Fisioterapia

Cerca la prestazione medica di cui hai bisogno.