DaVinci Salute è diventato Elty! Gli stessi servizi in clinica ed online, in una veste nuova. LEGGI DI PIÙ

Ecografia addome completo: cosa è, come funziona e quando farla

Revisionato da: Elty~March 18, 2024
8 minuti

Ecografia addome completo: cosa è

L’ecografia addome completo rappresenta una tecnica all’avanguardia e a scopo diagnostico largamente impiegata in campo medico. Si tratta di un test di imaging non invasivo e di semplice esecuzione che utilizza le onde sonore ad alta frequenza per realizzare immagini degli organi interni, dei vasi sanguigni e delle strutture presenti nell’addome. Contrariamente ai raggi X non si serve delle radiazioni, motivo cui può essere usata anche per le donne incinte e i bambini.

Quando il paziente esegue l’ecografia addome completo gli viene passato sulla pelle, nella zona dell’addome, un dispositivo detto trasduttore. Il congegno in questione diffonde onde sonore, che vanno a “sbattere” sugli organi interni e tornano indietro in direzione del trasduttore. Per consentire la disamina delle strutture interne, le onde sonore riflesse - dette anche echi - vengono tramutate in immagini visive, che compaiono sul monitor del computer.

Molti pazienti di solito si domandano con l’ecografia addome completo cosa si vede. Principalmente, grazie a questa tecnica, è possibile analizzare ed osservare organi del corpo umano molto importanti per il corretto funzionamento dell’organismo. Ad esempio consente di analizzare il fegato e di controllarne la grandezza, la struttura e l’eventuale comparsa di situazioni atipiche quali cisti, tumori o indizi di malattie epatiche.

Inoltre, tramite l’ecografia addominale completa, lo specialista può constatare lo sviluppo di calcoli biliari, ostruzioni o infiammazioni delle vie biliari, verificare la presenza di tumori, cisti o infiammazioni al pancreas e anche valutare le condizioni delle vie urinarie e dei reni. Infine l’ecografia dell’addome completo è utile per monitorare lo stato della milza, per controllare l’aorta addominale, lo stomaco, l’intestino e in circostanze particolari gli organi riproduttivi interni. 

Solitamente l’ecografia addominale completa viene effettuata da un medico radiologo che, grazie alle sue competenze, è esperto nell’utilizzo di tecniche quali l’ecografia, i raggi X e la risonanza magnetica attraverso i quali è possibile eseguire una diagnosi e controllare eventuali problematiche. In alcune situazioni, oltre al radiologo, anche il gastroenterologo o i medici internisti possono compiere questa operazione.

Prenota la tua Ecografia Addome Completo a:

Ecografia addome completo: preparazione e come funziona

L’ecografia addome completo è uno strumento per la diagnosi sicuro e non invasivo, che viene impiegato per visionare gli organi interni dell’addome. Un passaggio estremamente importante per tale test è costituito dalla preparazione che, pur non essendo complicata, è essenziale per rilevare immagini chiare e valide. 

La preparazione per ecografia addome completo necessita che il paziente si tenga a digiuno per un periodo compreso tra le 6 e le 8 ore antecedenti l’esame, al fine di diminuire la quantità di gas nell’intestino e nello stomaco, che altrimenti potrebbe intaccare la qualità delle immagini ottenute. In questo frangente è consentito solo bere acqua.

Per maggiore comodità, il paziente può indossare indumenti confortevoli e, in particolari contesti, come quando c’è il bisogno di osservare con maggiore attenzione la cistifellea, può essere suggerito di non assumere cibi grassi la sera prima dell’esame.

Riassumiamo ora i principali passaggi di come funziona di solito la preparazione all’ecografia addome completo:

- Applicazione del gel: l’esame comincia con l’applicazione di un gel trasparente sulla pelle dell’addome, il cui compito è guidare le onde sonore e diminuire l’aria tra la pelle e il trasduttore, ossia il dispositivo che diffonde e riceve le onde sonore;

- Uso del trasduttore: il radiologo, o chi esegue l’ecografia addome completo, sposta il trasduttore sulla pelle nella zona dell’addome. Le onde sonore ad alta frequenza emesse dal trasduttore non sono udibili e non danno fastidio;

- Creazione delle immagini: le onde sonore rilanciate dal trasduttore rimbalzano sugli organi interni prima di tornare al dispositivo, che converte questi echi in immagini digitali riprodotte su un monitor;

- Interpretazione delle immagini: il radiologo, durante il test, analizza le immagini riprodotte sullo schermo per esaminare gli organi dell’addome. Ciò consente di rilevare disturbi come i calcoli biliari, problemi renali e anomalie epatiche.

Preanota la tua prossima Ecografia Addome Completo a:

Cerca la prestazione medica di cui hai bisogno.

Ecografia addome completo: quando farla

L’ecografia addome completo è un test diagnostico molto efficace, da poter svolgere serenamente e senza effetti collaterali, il cui impiego è altamente diffuso in quanto consente di studiare sintomi non specifici o che non si manifestano nitidamente: rappresenta dunque un metodo utile per monitorare/prevenire eventuali patologie o disturbi di cui si è a conoscenza sia pienamente che solo parzialmente.

Riportiamo adesso quali sono le situazioni, i sintomi e i segnali più frequenti che suggeriscono di prenotare un’ecografia addominale completa:

- Eventuali disturbi come i calcoli biliari, i problemi renali o epatici possono causare la presenza di dolore continuo e periodico nell’addome;

- Grazie all’ecografia addome completo si riesce a vedere cosa ha provocato il gonfiore addominale, dovuto generalmente alla formazione di liquido, tumori o altre problematiche;

- Nel caso in cui il paziente riscontri sintomi come una colorazione eccessivamente gialla degli occhi o della pelle, che può significare problemi alle vie biliari o al fegato, il medico di base potrà indirizzarlo verso un’ecografia addome completa;

- Qualora i test del sangue indichino anomalie nelle funzioni epatiche, l’ecografia addome completo rappresenta uno strumento ulteriore di indagine;

- Il paziente che presenta patologie diagnosticate in precedenza come le malattie epatiche, problemi renali o disturbi della cistifellea, dovrà svolgere l’ecografia completa all’addome così da osservare e analizzare l’andamento; 

- Un altro ambito in cui viene utilizzata l’ecografia è per individuare in tempo eventuali patologie più serie come l’aneurisma dell’aorta addominale o i tumori;

- Questo test fornisce supporto prima di interventi chirurgici addominali, al fine di esaminare lo stato degli organi e progettare l’intervento, quindi è anche valido come controllo preventivo di salute generale.

Dottori che lavorano insieme

Vorresti parlare con un medico?

Ottieni un mese di chat illimitata con un medico a te dedicato

Scopri adesso

Ecografia addome completo: quanto costa e quanto dura

Per un’ecografia addome completo i costi variano a seconda se il paziente decide di recarsi presso una struttura pubblica oppure se la sua scelta ricade su una clinica privata.

Per l’ecografia addome completo i costi, qualora si opti per affidarsi ad una struttura appartenente al Servizio Sanitario Nazionale, sono compresi tra i 30 euro e i 50 euro. Il prezzo di tale esame può variare leggermente a seconda della Regione presso cui viene svolto il test. 

Nel caso in cui si scelga di effettuare l’ecografia all’addome completo tramite una clinica privata il costo logicamente aumenta e di media il paziente deve sostenere una spesa compresa tra i 70 euro e i 150 euro, che oscillano in base alla politica tariffaria intrapresa dalla clinica. 

La durata media di un’ecografia addome completo è generalmente compresa tra i 20 minuti e i 30 minuti, ma può allungarsi in base al numero di organi che si devono far esaminare o ad altri fattori come la necessità di ottenere immagini più comprensibili e nitide.

Grazie all’innovativa piattaforma Elty è possibile delimitare e individuare le strutture sanitarie disponibili tra quelle presenti nella tua zona abitativa o del tuo luogo di lavoro. Una volta scelta la clinica sanitaria, è possibile stabilire la data per fissare una visita da un medico specialista. Il servizio è facilmente utilizzabile mediante l’impiego di pc o da APP mobile, ad un costo vantaggioso e risparmiando tempo prezioso.

FAQ Ecografia addome completo: le risposte alle domande più frequenti

Cosa si vede con ecografia addome completo?

L’ecografia addome completo consente di osservare le dimensioni e la struttura del fegato e se vi sono lesioni, cisti, tumori o la spia di patologie epatiche. Grazie a questo esame si può esaminare poi la presenza di calcoli biliari, lo stato delle vie biliari e la situazione della cistifellea e del pancreas per rilevare se vi sono cisti, tumori o infiammazioni. Inoltre l’ecografia addome completo consente di visionare la condizione dei reni, della milza e dell’aorta addominale e altri organi come l’intestino e l’addome per verificare se presentano al loro interno gas. 

Come prepararsi per ecografia addome completo?

Prima di un’ecografia addominale completa il paziente deve solitamente tenersi a digiuno per le 6-8 ore antecedenti l’esame così da diminuire la quantità di gas nell’intestino. È consigliato indossare indumenti comodi e, nel caso in cui il paziente abbia la necessità di assumere farmaci, è importante parlarne prima con chi effettua il test. Inoltre bisogna evitare cibi come i legumi o particolari verdure o bevande gassate in quanto possono aumentare la formazione di gas nell’intestino e interferire nella qualità delle immagini ottenute.

Quanto costa ecografia addome completo?

L’ecografia addome completo ha un prezzo che varia in base alla struttura presso cui si effettua la visita, se si tratta di una pubblica o privata. Nel caso in cui il paziente opti per una struttura appartenente al Servizio Sanitario Nazionale dovrà mediamente affrontare una spesa compresa tra i 30 euro e i 50 euro, a seconda della Regione presso cui viene svolto l’esame. Qualora si decida di affidarsi ad una clinica privata il costo sarà maggiore e generalmente varia tra i 70 euro e i 150 euro.

Quanto dura ecografia addome completo?

L’ecografia addome completo è un test non invasivo e sicuro, la cui durata può cambiare in base ad alcuni fattori, ma mediamente impiega un lasso di tempo che spazia tra i 20 e i 30 minuti. Il tempo che occorre per portarla a termine può essere maggiore a seconda della condizione del paziente, del numero di organi da visualizzare e se le immagini ottenute sono sufficientemente chiare. 

Perché si fa l’ecografia addome completo?

L’ecografia addome completo è un test preciso e affidabile che viene impiegato per vari scopi. Intanto per avere un’immagine chiara degli organi interni e per rintracciare la causa di sintomi come nausea, gonfiore, dolore addominale o ingiallimento della pelle e degli occhi. Consente al personale medico di verificare l’incisività dei trattamenti e di monitorare l’andamento di patologie in corso, sia preesistenti che croniche, che interessano il fegato, i reni, il pancreas o la cistifellea. L’ecografia addome completo viene quindi impiegata nei controlli di routine per malattie epatiche o aneurismi aortici in quanto consente di accertare eventuali evoluzioni in corso. Inoltre questo esame serve per condurre trattamenti come le biopsie o i drenaggi liquidi e infine viene usato per verificare la corretta guarigione e il risultato ottenuto da interventi chirurgici all’addome.

Preanota la tua prossima Ecografia Addome Completo a:

Cerca la prestazione medica di cui hai bisogno.