GuideSintomi e CondizioniCongiuntivite nei Bambini: Sintomi, Cause e Trattamenti Efficaci

Congiuntivite nei Bambini: Sintomi, Cause e Trattamenti Efficaci

Revisionato da: Elty~July 15, 2024
7 minuti
congiuntivite bambini

Congiuntivite bambini: cosa è e chi se ne occupa

La congiuntivite bambini è un disturbo molto diffuso che si manifesta sotto forma di infiammazione o di infezione della congiuntiva, ossia quella sottile membrana trasparente che riveste la parte bianca dell’occhio e l’interno delle palpebre.

Quando quest’area s’infiamma, gli occhi del bambino appaiono di colore rosso e irritati, per di più si possono avvertire sintomi quali prurito e bruciore o notare una secrezione che può essere chiara o purulenta a seconda della causa scatenante.

Il trattamento e la diagnosi della congiuntivite nei bambini sono generalmente gestite dal pediatra di base, che dapprima analizza attentamente i sintomi e, quando necessario, prescrive la somministrazione di farmaci quali colliri antibiotici o antistaminici.

In alcuni particolari casi, specialmente se i sintomi sono persistenti o se vi è la preoccupazione che si sviluppi una infezione grave, può essere richiesto il parere di un esperto del settore come un oftalmologo.

Gli oftalmologi, grazie alla loro formazione, sono specializzati nella salute degli occhi e dunque possono suggerire trattamenti più mirati oppure indagare ulteriormente su possibili condizioni che si manifestano presentando sintomi simili alla congiuntivite.

Tra le cause principali della congiuntivite vi sono i batteri, non a caso in campo in medico ci si riferisce alla congiuntivite batterica bambini, che si manifesta tramite sintomi che risultano fastidiosi e ben visibili.

La congiuntivite batterica bambini è caratterizzata da un intenso rossore e gonfiore degli occhi, spesso accompagnati da una secrezione densa di colore giallo o verde. 

Nella congiuntivite batterica bambini le secrezioni gialle rappresentano un indicatore fondamentale della patologia e sono il risultato dell’attività del sistema immunitario che combatte l’infezione batterica.

La colorazione è dovuta alla presenza di enzimi e cellule immunitarie quali i neutrofili, che vengono rilasciate per eliminare i batteri.

A differenza delle secrezioni più liquide e trasparenti che si possono osservare nella congiuntivite virale o allergica, nella congiuntivite batterica bambini le secrezioni gialle sono più spesse e continuano a formarsi per diversi giorni.

Prenota una Visita pediatrica a

Congiuntivite bambini: sintomi più frequenti

Nella congiuntivite bambini i sintomi possono variare leggermente a seconda della causa che ha scatenato l’infiammazione, ma in ogni caso esistono alcuni segnali comuni che i genitori possono facilmente riconoscere.

Notare subito i sintomi è essenziale per riconoscere tempestivamente la presenza della congiuntivite e per garantire che i bambini ricevano un trattamento adeguato e senza inutili e potenzialmente dannosi ritardi.

Vediamo adesso attraverso un breve elenco come si manifestano per la congiuntivite bambini i sintomi più frequenti:

- Uno dei segnali più evidenti è il rossore che colpisce la congiuntiva, rendendo la parte bianca dell’occhio visibilmente rossa o rosa. Ciò è dovuto all’aumento del flusso sanguigno diretto a combattere l’infezione o l’allergene;

- I bambini possono riscontrare una secrezione dai loro occhi che varia sia nel colore che nella consistenza. La secrezione purulenta è spesso gialla o verde ed è tipica delle infezioni batteriche causando la formazione di croste sulle palpebre durante la notte;

- Le secrezioni acquose invece sono comuni nelle congiuntiviti virali o allergiche e provocano una lacrimazione eccessiva nel bambino;

- I bambini si lamentano del prurito o del bruciore agli occhi, specialmente nel caso di congiuntivite allergica, durante la quale tali sintomi risultano particolarmente intensi e vengono accompagnati da starnuti e prurito al naso;

- Le palpebre appaiono gonfie a causa dell’infiammazione e dell’irritazione, mentre gli occhi del bambino risultano particolarmente sensibili alla luce;

- Un’altra sensazione spesso riferita dai bambini è quella di sentire qualcosa di intrappolato nell’occhio che partecipa attivamente al disagio generale.

Sfruttando i benefici dell’innovativa piattaforma Elty è possibile individuare subito le strutture mediche più vicine alla tua zona abitativa o al tuo posto di lavoro e fissare una visita in una clinica convenzionata risparmiando tempo e denaro. Puoi prenotare

la visita tramite il nostro portale o la nostra APP mobile, nel giorno e nell’orario che ti torna più comodo!

Congiuntivite bambini: cause

La congiuntivite nei bambini può essere causata da una certa diversità di fattori, ognuno dei quali richiede un approccio specifico per il trattamento e la prevenzione.

Uno dei motivi più comuni di congiuntivite bambini sono le infezioni virali, spesso associate a patologie quali il raffreddore o altre infezioni respiratorie. 

Vi sono poi le infezioni batteriche derivanti da una varietà di batteri patogeni e caratterizzate, come già detto, da una secrezione degli occhi più densa e purulenta il cui colore generalmente è giallo o verde.

Un’ulteriore causa della congiuntivite bambini è quella allergica che si verifica quando il sistema immunitario reagisce a sostanze solitamente innocue come polline o polvere.

Inoltre l’esposizione a sostanze irritanti quali fumo, cloro o inquinamento provoca una forma di congiuntivite nota come congiuntivite da irritazione che comporta arrossamento e lacrimazione ma non è infettiva.

L’utilizzo prolungato di schermi è un fattore che contribuisce a peggiorare la situazione, in quanto diminuisce la frequenza del battito palpebrale, portando a secchezza e irritazione.

Infine in rari casi le patologie autoimmuni sono responsabili della congiuntivite nei bambini in quanto coinvolgono il sistema immunitario che attacca per errore i tessuti sani del corpo inclusi quelli degli occhi.

Congiuntivite bambini asilo: cosa è e come comportarsi

La congiuntivite bambini asilo rappresenta una situazione particolare e complessa sia per i genitori che per gli educatori, per via dell’alta contagiosità e della naturale propensione dei bambini piccoli a stare a stretto contatto fisico con i loro coetanei.

Gli ambienti come gli asili costituiscono terreno fertile per la propagazione di patologie infettive compresa la congiuntivite, poiché i bambini condividono giocattoli, utilizzano gli stessi spazi e spesso si toccano gli occhi con le mani sporche.

Quando si parla di congiuntivite bambini in asilo è necessario differenziare tra le varie forme, ossia virale, batterica e allergica. 

Le congiuntiviti virali e batteriche sono le più comuni, entrambe si trasmettono facilmente da un bambino all’altro tramite il contatto diretto con le secrezioni oculari infette o indirettamente attraverso oggetti contaminati.

La gestione della congiuntivite negli asili richiede una strategia proattiva che solitamente utilizza strumenti quali la prevenzione, istruendo il personale e i bambini sull’importanza del lavaggio delle mani e l’uso di disinfettanti.

Inoltre risulta cruciale tenere a casa i bambini affetti da congiuntivite fino a quando non sono più contagiosi per un periodo di tempo che può variare in base alla causa dell’infezione. 

Per la congiuntivite batterica i bambini sono abilitati a tornare all’asilo dopo un periodo di 24-48 ore dall’inizio del trattamento antibiotico. Per la congiuntivite virale il tempo di esclusione può essere più lungo, poiché i sintomi possono persistere per una settimana o anche di più.

Infine è essenziale che gli educatori monitorino gli altri bambini per individuare segnali precoci di congiuntivite come arrossamento degli occhi o lacrimazione e agiscano rapidamente per isolare i casi sospetti e preservare un ambiente pulito e sicuro.

Congiuntivite bambini: cura e rimedi online

Per un trattamento adeguato della congiuntivite bambini è fondamentale che il bambino venga esaminato da un medico qualificato che possa stabilire il tipo di congiuntivite e suggerire il trattamento maggiormente appropriato.

Per contrastare la congiuntivite bambini il collirio è uno degli approcci terapeutici più comuni, grazie alla sua capacità di essere particolarmente utile ad affrontare la causa dell’infiammazione o dell’infezione oculare e di alleviare i sintomi associati. Nella congiuntivite bambini il collirio è diverso a seconda del tipo di patologia diagnosticata nel bambino. 

Per le congiuntiviti batteriche, il medico prescrive tendenzialmente un trattamento a base di antibiotici sotto forma di colliri o unguenti. È importante utilizzare questi medicinali secondo le indicazioni del medico e completare l’intero corso del trattamento anche qualora i sintomi sembrino migliorare, al fine di assicurarsi che l’infezione sia completamente eliminata.

Nelle situazioni di congiuntivite virale non esistono trattamenti antivirali comunemente raccomandati, poiché la maggior parte di queste infezioni si risolve autonomamente

Per la congiuntivite allergica l’approccio migliore è costituito dall’evitare gli allergeni che scatenano l’infezione. Inoltre vengono prescritti antistaminici o colliri antinfiammatori per controllare i sintomi. 

Oltre ai trattamenti medici, per combattere la congiuntivite bambini i rimedi naturali talvolta sono in grado di offrire sollievo dai sintomi: tra questi principalmente sono consigliati l’uso di impacchi freddi o tiepidi che consentono di ridurre il gonfiore e il disagio oppure assumere la camomilla che ha proprietà antinfammatorie.

FAQ Congiuntivite bambini: le risposte alle domande più frequenti

Quanto dura la congiuntivite bambini?

La durata della congiuntivite nei bambini può variare in base alla causa dell’infezione o dell’irritazione. La congiuntivite batterica nei bambini inizia a migliorare entro 24-48 ore con una risoluzione completa entro 7-10 giorni. La congiuntivite virale tende a durare maggiormente, i sintomi infatti si attenuano dopo 4-7 giorni, ma l’intero processo di guarigione può durare fino a 2 settimane. Infine per la congiuntivite allergica la durata dipende fortemente dall’esposizione agli allergeni: infatti, se il bambino continua ad essere esposto all’allergene, i sintomi persistono per periodi prolungati.

Come curare la congiuntivite nei bambini?

Per curare efficacemente la congiuntivite nei bambini bisogna consultare il pediatra così da ottenere una diagnosi precisa e, a seconda di quanto consigliato, sarà necessario applicare colliri o unguenti, mantenere una buona igiene, applicare rimedi naturali o somministrare antibiotici. Senza tralasciare l’importanza del monitorare costantemente l’eventuale miglioramento dei sintomi.

Congiuntivite bambini si può uscire?

La scelta di uscire con un bambino affetto da congiuntivite dipende principalmente dal tipo di congiuntivite di cui soffre e dal suo grado di contagiosità. Per le forme di congiuntivite virale e batterica è solitamente sconsigliato portare il bambino in luoghi pubblici. Per la congiuntivite batterica i bambini possono tornare a frequentare le attività esterne dopo 24-48 ore dall’inizio del trattamento antibiotico, mentre per quella virale il contagio può durare spesso anche più di una settimana. In caso di congiuntivite allergica possono uscire, limitando l’esposizione agli allergeni che scatenano i sintomi.

Prenota una Visita pediatrica

Cerca la prestazione medica di cui hai bisogno.