DaVinci Salute è diventato Elty! Gli stessi servizi in clinica ed online, in una veste nuova. LEGGI DI PIÙ

Bocca amara: cosa è, quali sono i sintomi e come si cura

Revisionato da: Elty~March 18, 2024
9 minuti

Bocca amara: cosa è

Con il termine bocca amara ci si riferisce a una sensazione fastidiosa e spiacevole percepita nel cavo orale, che può essere generata da varie cause e che solitamente colpisce il paziente in maniera provvisoria e lieve, tuttavia in alcuni casi specifici può essere sintomo di patologie più gravi da non sottovalutare. Riteniamo molto utile approfondire il tema, così che si possa ricevere un aiuto mirato e tempestivo.

La bocca amara è un disturbo molto comune, che colpisce numerose persone ed è per questo che è consigliato rivolgersi innanzitutto ad un medico, così da poter da stabilire con maggior certezza quale sia la causa e scongiurare patologie più gravi come ulcere e calcoli alla cistifellea o malattie dell’apparato digerente fino ad arrivare al tumore allo stomaco.

La bocca amara fa percepire al paziente un sapore metallico diffuso, che si avverte soprattutto sul palato e sulla lingua e che in alcuni casi può alterare il sapore e il gusto di cibi e bevande.  La bocca amara nella maggior parte delle volte si abbina con una percezione di gusto sgradevole e con un odore malsano.

Ci sono varie tipologie di esami per la bocca amara che il medico può far effettuare al paziente, specialmente nei casi in cui il problema persista e non sia solo temporaneo. Nelle situazioni in cui gli esami svolti non riescono a rilevare con certezza la causa scatenante, il medico può indirizzare il paziente ad effettuare un controllo presso un gastroenterologo, un dentista, un neurologo o un otorinolaringoiatra. Grazie alla nostra piattaforma online Elty è possibile accertarsi rapidamente della disponibilità tra le migliori strutture convenzionate con noi presenti nel tuo territorio ed inoltre offriamo al paziente l’opportunità di prenotare online a prezzi convenienti una visita presso un medico.

Qui di seguito vengono elencati i principali esami per la bocca amara che il paziente potrebbe dover eseguire per sincerarsi della causa del suo disagio:

-Esame fisico: tramite cui è possibile individuare infezioni o ulteriori problematiche relative a bocca, denti, gengive e lingua;

-Test del reflusso gastroesofageo: impiegato per stabilire se vi siano collegamenti tra la sensazione di bocca amara avvertita dal paziente e il reflusso acido proveniente dallo stomaco;

-Analisi del sangue: utili a verificare che il paziente non soffra di patologie renali o altre come il diabete;

-Radiografia dentale: valida per escludere la presenza di carie o infezioni legate ai denti;

-Esami respiratori: necessaria per scongiurare le infezioni al tratto respiratorio;

-Endoscopia: necessaria per osservare con precisione lo stomaco e l’esofago.

Prenota la tua Visita Gastroenterologica a

Bocca amara: sintomi più frequenti

La bocca amara può essere sintomo di problematiche di lieve entità, che possono però incidere considerevolmente e negativamente su determinati aspetti rilevanti della vita quotidiana di una persona. La sensazione di bocca amara, infatti, può creare fastidi e disagi alterando il modo in cui il paziente percepisce ciò che mangia e che beve.

Questo tipo di disturbo può presentarsi insieme ad altri sintomi come l’alitosi, che spesso porta il paziente a sentirsi a disagio nelle relazioni umane, come per esempio nel posto di lavoro o in compagnia degli amici. Un ulteriore sintomo che può presentarsi insieme alla bocca amara è la sensazione di gusto metallico che si percepisce in bocca. 

La sensazione di bocca amara può essere accompagnata da un leggero bruciore, percepito in prevalenza sia sul palato che sulla lingua, inoltre si possono riscontrare difficoltà a parlare o a deglutire generate dalla xerostomia, più comunemente chiamata bocca secca o secchezza delle fauci. 

Se si soffre di bocca amara le cause possono essere accompagnate a numerosi sintomi, quali:

- Alitosi;

- Sensazione di bruciore;

- Bocca secca ed impastata;

- Sapore metallico in bocca;

- Acidità di stomaco;

- Stanchezza e spossatezza;

- Nausea.

Prenota la tua prossima Visita Gastroenterologica

Cerca la prestazione medica di cui hai bisogno.

Bocca amara: cause

In presenza di un disturbo come la bocca amara le cause scatenanti possono essere numerose e di vario genere. Talune possono arrecare nel paziente un lieve disagio limitato nel tempo, mentre per altre è necessario prestare maggior attenzione in quanto possono essere il segnale di problematiche ben più importanti. Nei casi più rari, la bocca amara può essere associata a un tumore allo stomaco, per cui ci si dovrà rivolgere a un oncologo.

Se questa sensazione sgradevole dura per un periodo limitato ed è quindi temporanea - al massimo 2/3 giorni - non deve destare particolare apprensione nel paziente, invece bisogna preoccuparsi per la bocca amara quando il fastidio perdura per un lasso di tempo superiore e necessita perciò di un controllo accurato da parte di un medico generale o uno specialista. 

A causare la sensazione di bocca amara nel paziente è nella maggior parte dei casi la disidratazione, che provoca all’interno della bocca un aumento di batteri. Banalmente, particolari prodotti per l’igiene orale come il dentifricio, possono generare un gusto amaro, lo stesso vale per i fumatori di tabacco che in più avvertiranno una sensazione di secchezza della bocca. 

Senza dubbio la cura dell’igiene orale è di fondamentale importanza per scongiurare il fastidio di cui stiamo discutendo, poiché l’eventuale presenza di carie o infezioni alle gengive possono arrecare nel paziente sapore di amaro in bocca.

Grande importanza, naturalmente, la assumono i cibi e le bevande assunte, in quanto il caffè, la birra o alimenti come le noci, i pomodori, gli agrumi o i broccoli e più in generale quelli con un elevato quantitativo di grasso, piccantezza e sapidità possono essere causa della bocca amara.

Un altro fattore di cui tener conto è la relazione che intercorre tra la saliva, i tessuti che appartengono alla bocca e gli acidi e gli enzimi che salgono su attraverso l’esofago e che provocano nel paziente un retrogusto amaro. In questi casi si parla di reflusso gastroesofageo

La bocca amara può essere percepita dal paziente che soffre di patologie alla tiroide, di diabete o di disturbi del fegato ed anche da sbalzi ormonali, che colpiscono le donne durante il periodo delle mestruazioni, della gravidanza e della menopausa. Senza dimenticare, infine, che alcuni farmaci come gli antibiotici possono causare nel paziente una sensazione di amaro sgradevole, specie se abbinati all’ansia e all’eccessivo stress.

Bocca amara: tumore

Nonostante il più delle volte la sensazione di bocca amara sia temporanea e occasionale, e quindi non comporta una situazione di intensa o immediata pericolosità, dall’altro lato vi sono casi poco comuni in cui può essere sintomo di patologie ben più gravi come il tumore allo stomaco. Vediamo allora quello che di importante bisogna sapere riguardo la relazione, estremamente rara, che intercorre tra la bocca amara e il tumore.

Quando si soffre di bocca amara quando preoccuparsi seriamente? Alcuni batteri presenti sulla mucosa gastrica possono espandersi andando a intaccare le pareti dello stomaco, soprattutto nei casi in cui si soffra di stress oppure non si segua una dieta adeguata, consumando di frequente cibi eccessivamente grassi o salati. Questo fenomeno che colpisce la mucosa gastrica - cioè la rivestitura più interna dello stomaco - può durare anche lunghi periodi di tempo e può non essere accompagnato, almeno inizialmente, da sintomi evidenti. Esiste un rischio di sviluppare il cancro gastrico a seguito di gastrite cronica, ma nella maggior parte dei casi la sensazione di bocca amare non è preoccupante, non è associata a cancro e non deve creare allarmismo. 

La sola condizione di bocca amara non è sufficiente per ipotizzare un  tumore allo stomaco, infatti vi sono altri sintomi che devono essere presenti, quali la nausea e il vomito con tracce di sangue, la dispepsia, la perdita di peso, e tutto questo in un contesto di predisposizione, di età avanzata, e di corredo sintomatologico congruo.
Altri disturbi correlati tra bocca amara e tumore allo stomaco, che devono mettere in allarme il paziente, sono il dolore alla parte superiore dello stomaco ed eventuali perdite di peso repentine e non motivate.

Dottori che lavorano insieme

Vorresti parlare con un medico?

Ottieni un mese di chat illimitata con un medico a te dedicato

Scopri adesso

Bocca amara: cura e rimedi

In precedenza abbiamo visto che la bocca amara può essere causata da vari fattori, che è bene riuscire ad individuare con certezza grazie al supporto di un medico o in certi casi del dentista come per esempio per chi presenta carie o infezioni gengivali. A seconda delle diverse situazioni il soggetto interessato dovrà seguire alcuni accorgimenti al fine di migliorare il proprio benessere e di eliminare lo sgradevole sapore amaro percepito in bocca.

Il paziente deve sapere che mantenere un’adeguata igiene orale è di sicuro aiuto per contrastare lo spiacevole fenomeno della bocca amara, in quanto consente di eliminare eventuali rimasugli di cibo. Qualora si abbia l’impressione che la causa sia un determinato farmaco assunto per via orale o anche un tipo di cibo o di bibita, sarà necessario cambiare il farmaco usato ed eliminare alimenti o bevande riconducibili al fastidio avvertito.

I pazienti che hanno problematiche legate al reflusso gastroesofageo dovranno modificare il loro stile alimentare e aiutarsi con medicinali consigliati dal medico, volti a contrastare il disturbo. 

Nei casi in cui a provocare la bocca amara sia una determinata pietanza rimasta troppo a lungo in bocca, bere molta acqua è di grande aiuto in quanto pulisce e idrata la bocca.

Quando preoccuparsi per la bocca amara?

La bocca amara è un disturbo che può derivare da svariate cause: di solito non è sintomo di una patologia grave, ma più che altro risulta essere un fastidio temporaneo e di lieve entità. Ma quando bisogna preoccuparsi per la bocca amara? Nei casi in cui la sgradevole sensazione provata dal paziente duri per un periodo di almeno 6-7 giorni e sia accompagnata da ulteriori sintomi come febbre, perdita di peso, nausea, vomito e problematiche nel deglutire, allora è fondamentale contattare un medico di base o uno specialista.

Cosa significa avere la bocca amara?

Con il termine bocca amara s’intende quella situazione in cui il paziente percepisce un fastidioso sapore amaro in bocca, che può derivare da abitudini sbagliate come il consumo di tabacco o dall’utilizzo di alcuni farmaci, dall’assunzione cibi e bevande e da una non adeguata igiene orale. Inoltre situazioni di sbalzo ormonale durante il ciclo, la gravidanza e la menopausa possono portare la donna ad avvertire la bocca amara. 

Cosa prendere per la bocca amara?

A far sorgere nel paziente la sensazione di bocca amara possono essere molteplici fattori, ecco perché è molto importante determinare con certezza la causa scatenante così da attuare la giusta soluzione. In alcuni casi il paziente dovrà modificare le sue abitudini alimentari eliminando particolari cibi o alcune bevande come il caffè. È fondamentale anche un’adeguata cura dell’igiene orale e poi bere molta acqua e idratarsi. Anche alcuni farmaci possono determinare la problematica in questione e nel caso il paziente non deve assumerli più o cambiarli.

Perché ho la bocca amara?

Sono molteplici le cause che portano il paziente ad avere la sensazione sgradevole di bocca amara. Fumare tabacco può generare questa situazione così come determinati cibi o bevande e anche alcune patologie come il diabete. Inoltre il reflusso acido che risale nello stomaco causa la bocca amara così come problematiche alle vie respiratorie ed anche le sinusiti. Senza dimenticare poi alcune tipologie di farmaci.

Che esami fare per la bocca amara?

Nei casi in cui la sensazione di bocca amara sia persistente e si protragga nel tempo il medico può far svolgere al paziente determinati esami al fine di scovare la causa precisa. È possibile effettuare un esame fisico, il test del reflusso gastroesofageo, l’endoscopia oppure ulteriori controlli come esami del sangue, esami respiratori e radiografie dentali.

Prenota la tua prossima Visita Gastroenterologica

Cerca la prestazione medica di cui hai bisogno.